sabato 20 luglio 2013

Lungo il fiume


Da quelle meravigliose cascate partono sentieri tranquilli, immersi nella Natura. Prima di iniziare a camminare mi fermo ad ammirarle; è affascinante la forza con cui l'acqua sgorga attraverso le rocce e allo stesso tempo incute un certo timore. Dà un senso di impotenza trovarsi di fronte ad una tale energia e grandezza.
Costeggiando il fiume, le radici degli alberi che spuntano dalla terra mi aiutano ad affrontare le irregolarità del suolo, con le sue continue salite e discese. Da un lato il bosco con i suoi possenti alberi, dall'altro il fiume con le sue rive e le sue insenature. Sento il profumo della terra e dell'acqua in un unico respiro, una sensazione che mi rigenera e mi dà la forza di continuare a camminare per chilometri. Anche gli alberi apprezzano il dolce aroma e rumore dell'acqua, ne vedo molti accasciati sul fiume, come a volersi far accarezzare dalla corrente. Mi lascio cullare da queste sensazioni mentre cammino senza meta, poi mi fermo e le imprimo nel mio essere più profondo per portarle sempre con me, anche quando sarò altrove.

Nessun commento:

Posta un commento